organized by veronafiere

Smart revolution: la sfida dell'edilizia del futuro si gioca in chiave green

70 milioni di euro per gli interventi di ristrutturazione nel settore alberghiero nella Regione Veneto in arrivo dall’Europa: sono i numeri di una rivoluzione silenziosa.

70 milioni di euro per gli interventi di ristrutturazione nel settore alberghiero nella Regione Veneto in arrivo dall’Europa: sono i numeri di una rivoluzione silenziosa, ma necessaria quella alla quale stiamo assistendo nel tessuto industriale del nostro Paese, in particolar modo in quello turistico-ricettivo.

 

«L’economia turistica in Veneto ha un fatturato di 11 miliardi di euro e rappresenta l’ 8,2 % del pil della Regione stessa, con 103,9 milioni di turisti- ha detto Marino Finozzi, Assessore al Turismo e Commercio estero della Regione Veneto- La classifica del flusso turistico della Regione vede Verona al secondo posto, dopo Venezia e prima di Padova» (dati 2013 Istat e Regione Veneto).

 

Questi temi sono stati discussi ieri mattina durante il convegno “Smart Hotel. L’efficienza energetica entra nel settore del turismo”, al Centro Culturale Altinate/San Gaetano di Padova, al quale era presente anche Matteo Cavatton, Assessore all’Ambiente del Comune di Padova, Emanuele Boaretto, Presidente dell’Associazione albergatori termali Abano e Montegrotto, Pasqualino Boschetto Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Padova, Roberto Zecchin dell’Università degli Studi di Padova, Patrizia Rusconi di Mediocredito S.p.A., esperti di settore dell’ENEA, GSE e FIRE e i big player dell’industria italiana della domotica e termoidraulica quali Bticino S.p.A., Gruppo Galletti, Susi Partners AG, DAB Pumps S.p.A e TFE Ingegneria S.r.l. .

 

Il convegno è stato organizzato da ANCE Padova e Rödl & Partner, nell’ambito del progetto Cantiere Efficienza, con il contributo della CCIAA di Padova e la collaborazione di Smart Energy Expo, la fiera dedicata  a soluzioni, prodotti e tecnologie per l’efficienza energetica, in programma a Veronafiere dal 14 al 16 ottobre 2015 (www.smartenergyexpo.net).

 

«Un cambiamento che rappresenta un’esigenza, ovvero quella di efficientare non solo nel settore edilizio che rende necessaria la cooperazione del mondo istituzionale, quello tecnologico e delle imprese. Noi abbiamo avviato questo percorso con Smart Energy Expo e il Verona Efficiency Summit, rafforzati quest’anno da Greenbuild EuroMed, il più grande evento per l’Europa e il Mediterraneo dedicato all’edilizia sostenibile, in programma in ottobre a Veronafiere» ha dichiarato Elena Amadini, Vice Direttrice Commerciale di Veronafiere.

 

«L’edilizia sostenibile è stata riconosciuta dalla Commissione europea come uno dei sei “lead market” del futuro, cioè i mercati con grandi potenzialità di sviluppo anche in termini di occupazione, insieme alle energie rinnovabili e al riutilizzo dei materiali» ha affermato Luigi Ometto Presidente di ANCE Padova.Puntare sull’efficienza energetica degli immobili presenta diversi vantaggi, anche per chi opera nel settore turistico.

 

«Gli incentivi ci sono, a partire dai Certificati Bianchi al Conto Termico agli incentivi di naturali fiscali quali gli eco bonus- 65% di detrazioni per interventi di riqualificazione energetica, 50% per le ristrutturazioni-  al credito d’imposta del 30% delle spese sostenute per interventi di ristrutturazione edilizia previste dal "decreto Cultura”» ha detto Anna Maria Desiderà di Roedl & Partner.