organized by veronafiere

Smart Grid

Smart grid è una rete di distribuzione elettrica integrata con una rete di informazioni che permettono di gestire l'energia in maniera intelligente ed efficiente evitando sprechi, sovraccarichi e cadute di tensione.

 

LO SVILUPPO INDUSTRIALE DEL PAESE PASSA DA UNA SMART GRID, UNA RETE PIÙ INTELLIGENTE

 

La questione energetica rappresenta al giorno d’oggi uno dei principali fattori critici per lo sviluppo economico di un Paese e le reti energetiche sono paragonabili alla struttura ossea della capacità di sviluppo che ciascun sistema industriale riesce a mettere in campo.

 

A questo proposito, anche la Comunità Europea ha individuato una strategia fondata sul potenziamento delle infrastrutture energetiche: senza un reale investimento nell’ottimizzazione delle reti e dei sistemi di misurazione attuali, la produzione di energia da fonti rinnovabili arriverà a un punto di stallo, la sicurezza delle reti sarà compromessa, si perderanno varie opportunità per realizzare l’efficienza e il risparmio energetico e, infine, il mercato interno dell’energia si svilupperà a un ritmo molto più lento.

 

La Commissione Europea definisce la smart grid come una “rete elettrica ottimizzata cui si aggiungono la comunicazione digitale bidirezionale fornitore-consumatore e sistemi di misurazione e controllo. I contatori intelligenti sono di solito una componente inscindibile della rete”.

 

smart_grid_01.jpg

 

Tradizionalmente la generazione d’energia elettrica, non solo in Italia ma anche nel resto d’Europa, è stata affidata a strutture produttive centralizzate, legate ad una rete di trasporto e distribuzione di tipo “passivo”, caratterizzata da flussi unidirezionali che alimentano gli utenti finali. I sistemi incentivanti e le recenti politiche dei paesi europei hanno innescato un repentino aumento di piccole unità di generazione diffusa (unità di produzione connesse alla reti di distribuzione soprattutto in bassa tensione) che hanno avuto un impatto importante sulle predette reti di distribuzione. Non vi è da dimenticare quanto tale diffusione potrebbe sempre più intersecarsi con l'evoluzione delle smart grid del gas con il diffondersi della cogenerazione distribuita e con le tecnologie di gassificazione di piccola taglia dei reflui organici.

 

Le reti energetiche dei prossimi anni dovranno quindi essere dotate di maggior intelligenza, caratterizzata da un capillare sistema di comunicazione e controllo per aumentare l'efficienza, flessibilità, sicurezza e affidabilità.

 

La stessa Commissione Europea è convinta che i vantaggi delle reti intelligenti siano ormai riconosciuti e condivisi. Si legge nella Comunicazione del 12 aprile 2011 che tali reti riescono a gestire un’interazione e una comunicazione diretta tra i consumatori (famiglie o imprese), gli altri utenti della rete e i fornitori di energia e che offrono al consumatore possibilità senza precedenti di controllo e gestione diretta dei modelli di consumo individuale, fornendo nel contempo forti incentivi ad utilizzare l’energia in modo efficiente quando, ad esse, si associa un sistema di tariffazione basato sugli orari di consumo.

 

Una rete gestita meglio e in modo più mirato è anche più sicura e meno costosa. Le reti intelligenti, che saranno l’asse portante del futuro sistema energetico senza emissioni di CO2, permetteranno di sfruttare enormi volumi di energia rinnovabile – sia offshore che terrestre – e di integrare nel sistema anche i veicoli elettrici, continuando oltretutto ad offrire la possibilità di produrre elettricità in modo convenzionale e a garantire l’adeguatezza del sistema energetico.

 

La loro diffusione, inoltre, offre l’opportunità di aumentare la competitività futura e di rafforzare la leadership tecnologica mondiale dei fornitori dell’Unione europea, quali l’industria elettrica ed elettronica, costituita principalmente da PMI.

 

Infine, per le imprese del settore energetico tradizionale o per gli operatori appena entrati sul mercato, ad esempio le imprese del settore TIC (tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni), anche di piccole e medie dimensioni, le reti intelligenti rappresentano una piattaforma per poter sviluppare servizi nuovi e innovativi nel settore dell’energia, tenendo nel contempo nella giusta considerazione i problemi relativi alla tutela dei dati e alla sicurezza informatica. Si innescherà in tal modo una dinamica destinata ad aumentare la concorrenza sul mercato al dettaglio, favorire la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra e fornire possibilità di crescita economica.