organized by veronafiere

SMART ENERGY EXPO AL CONVEGNO DI AMICI DELLA TERRA

A Roma un convegno organizzato dall’associazione Amici della Terra per promuovere gli usi efficienti dell'elettricità, superando la progressività della tariffa elettrica.

Prosegue la collaborazione tra Smart Energy Expo e Amici della Terra: l’evento di mercoledì 8 luglio a Roma, ovvero la VII Conferenza Nazionale per l’efficienza energetica, vede la partecipazione per la quarta volta consecutiva della manifestazione di Veronafiere.

Il seminario è in programma al Palazzo dell’Informazione in piazza Mastai, dalle ore 9.00 alle 18.00.

Il convegno nasce dalla consapevolezza condivisa che la diffusione delle tecnologie e degli usi efficienti dell’elettricità sia una delle chiavi fondamentali per conseguire gli obiettivi di politica energetico-ambientale fissati dall’Unione Europea per il 2030. Ma, nonostante alcuni recenti timidi passi in avanti, il nostro Paese è ancora scarsamente conscio della necessità di avviare questo processo.

Sono tre i principali ostacoli ad uno sblocco di questa situazione:

1) il sistema tariffario progressivo che penalizza l’utilizzo delle pompe di calore per il riscaldamento e ritarda la diffusione dell’auto elettrica e delle altre tecnologie ad alta efficienza nonostante i loro indubbi vantaggi ambientali;

2) I costi spropositati, scaricati sulla bolletta, degli incentivi attribuiti alle sole fonti rinnovabili elettriche;

3) l’incapacità di fare delle scelte chiare nelle politiche energetico ambientali, in termini di efficacia e di costi, privilegiando l’efficienza energetica e le rinnovabili termiche.

Il processo per il superamento della progressività della tariffa elettrica avviato dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEGSI) è la premessa per un rilancio delle politiche energetico ambientali sinergico con le politiche per la ripresa economica del Paese.

In particolare, il programma di riqualificazione energetica degli edifici abitativi e del terziario, che sta per essere varato dal Governo in attuazione della normativa UE, potrebbe valorizzare le tecnologie proposte dall’industria italiana in questo settore e favorire l’utilizzo del potenziale del sistema elettrico italiano che, già oggi, rappresenta un caso di eccellenza in termini di efficienza energetica.