organized by veronafiere

Più risparmi ed efficienza grazie ai Certificati Bianchi

Nel rapporto annuale GSE registrati quasi 22mila titoli di efficienza energetica e più di 2 milioni di tep di risparmio energetico ottenuti grazie al meccanismo dei Certificati Bianchi

I Certificati Bianchi godono di ottima salute. Lo attesta il Gestore dei Servizi Energetici nel rapporto annuale dedicato proprio agli altrimenti noti come “Titoli di Efficienza Energetica” (TEE), titoli negoziabili che certificano il conseguimento di risparmi energetici negli usi finali di energia attraverso interventi e progetti di incremento di efficienza energetica.

 

 

Nel corso dell’anno 2013 sono stati presentati quasi 22mila titoli – per la precisione 21.709 progetti, più che triplicati rispetto ai 7.000 del 2012 – e rilasciati 5.932.441 TEE e 2.350.608 tonnellate equivalenti di petrolio (tep) di risparmio energetico addizionale. Non solo: secondo il rapporto, “Il meccanismo dal 2006 al 2013 ha permesso di conseguire complessivi 17.646.778 tep di risparmio netto contestuale addizionale, equivalenti al rilascio di 23.479.144 TEE”.

Nel rapporto, finalizzato a riassumere i principali indicatori e le linee di sviluppo che hanno contraddistinto il meccanismo incentivante nel periodo compreso tra febbraio 2013, quando l'attività è passata al GSE, al febbraio del 2014, si è evidenziato come a un anno circa dall’applicazione del D.M. 28 dicembre 2012, “che ha apportato rilevanti aggiornamenti alla disciplina dei Certificati Bianchi”, l’introduzione del decreto ha “favorito una sensibile spinta alla presentazione di progetti grazie ai nuovi obiettivi di risparmio per il periodo 2013-2016 e all’implementazione delle regole applicative per l’ottenimento dei TTE”.

 

Il rapporto ricorda anche come, al fine di potenziare il meccanismo dei Certificati Bianchi sono stati aumentati i soggetti che possono partecipare alla generazione di titoli e introdotte premialità per i grandi progetti industriali e infrastrutturali in grado di generare risparmi addizionali per almeno 35.000 tep/anno.

“Il meccanismo dei Certificati Bianchi, ormai al suo nono anno di vita, in questi anni ha subito vari miglioramenti in termini di opportunità alla promozione degli investimenti alle imprese, grazie sia ad un favorevole quadro normativo e regolatorio, sia all’introduzione di accorgimenti operativi, procedimentali e di governance”, sottolinea ancora il report del GSE, ricordando anche come grazie al meccanismo dei Certificati Bianchi “si stima possa contribuire, secondo la SEN, per circa 5 Mtep all’anno nel breve periodo dal 2011 al 2020 sulla riduzione dei consumi finali di energia.”