organized by veronafiere

Più efficienza energetica e sicurezza per la scuola

Firmati due decreti attuativi per realizzare in tutta Italia 30 edifici scolastici hi-tech, antisismici ed efficienti e per richiedere la verifica dello stato dei solai

Scuole più sicure ed efficienti energeticamente: è questo l’obiettivo che si propongono i due decreti attuativi firmati nei giorni scorsi dal ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur), Stefania Giannini in tema di “Buona Scuola”, questo il nome della Legge 107/2015 di riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione.

In un decreto si dà il via all’operazione “Scuole Innovative” e alla conseguente costruzione, in tutta Italia, di circa 30 edifici che saranno costruiti «seguendo progetti innovativi da un punto di vista architettonico, dell’impiantistica, della tecnologia, dell’efficienza energetica, della sicurezza antisismica e strutturale», spiega in una nota #italiasicura (http://italiasicura.governo.it), la Struttura di missione di Palazzo Chigi ideata per combattere il dissesto idrogeologico, per sviluppare infrastrutture idriche e per riqualificare l'edilizia scolastica.

Sono previsti per questo 300 milioni di euro, ripartiti tra le Regioni in base ai dati relativi alla popolazione e alla densità scolastica. L’investimento – si illustra sempre in #italiasicura - sarà fatto con risorse Inail ed il canone sarà sostenuto dal Miur.

Verte specificamente sulla sicurezza delle scuole l’altro decreto, che dà avvio a 7000 interventi per la verifica dello stato dei solai degli edifici scolastici. Questa operazione si affianca con 40 milioni di euro agli interventi che già Province e Comuni attuano sui propri edifici scolastici, spiega sempre in una nota dell’istituzione governativa, che descrive anche i criteri per la selezione degli interventi, che guardano alla vetustà degli immobili, all’indice di rischio sismico e all’assenza di finanziamento negli ultimi 5 anni, per interventi strutturali o per indagini diagnostiche.