organized by veronafiere

A lezione di efficienza energetica

Smart Energy Expo organizzerà lectures su argomenti dedicati al tema dell’efficienza. Una possibilità colta in pieno dall’Ordine degli ingegneri di Verona

Gli ingegneri credono nelle potenzialità dell’efficienza energetica e nella formazione su questo tema sempre più cruciale. A dimostrarlo è l’impegno dell’Ordine degli Ingegneri di Verona che, in occasione di Smart Energy Expo, quest'anno concede tre crediti formativi agli ingegneri che prendono parte ad almeno tre Lectures. Si tratta di vere e proprie lezioni, libere da interessi puntuali e specifici di carattere commerciale, durante le quali, dopo una presentazione competente della tematica, si lascia ampio spazio al dibattito di natura tecnica. L’opportunità è stata creata proprio da Smart Energy Expo, in collaborazione con ENEA e RSE.

Per comprendere più nel dettaglio l’iniziativa, vista attraverso l’opinione dell’Ordine degli Ingegneri veronesi, abbiamo incontrato il consigliere Andrea Falsirollo. 

 

Ingegner Falsirollo, la possibilità agli iscritti di ottenere crediti formativi partecipando ad almeno 3 lectures la si deve leggere come un attestato di attenzione dell'Ordine degli Ingegneri di Verona all'efficienza energetica. Quanta importanza deve e dovrà avere questo tema per gli Ingegneri?

Riteniamo che nel futuro la lingua maggiormente parlata sarà quella dell'efficienza energetica. Dopo alcuni accenni legislativi risalenti agli anni '70, il percorso è stato avviato dalla legge 10 del 1991, rafforzandosi successivamente sotto la spinta del protocollo di Kyoto che impone gli obietti del 20-20-20. In questi ultimi anni attorno agli edifici, soprattutto residenziali, si è creata molta attenzione coinvolgendo università, enti pubblici, aziende e liberi professionisti. Tuttavia la crisi e i recenti obblighi legislativi hanno spostato l’attenzione anche sui consumi delle aziende, in particolare quelle di grandi dimensioni e quelle energivore. È qui che noi ingegneri giochiamo un ruolo importante sia per competenze professionali che per formazione. Ed è qui che dobbiamo investire i nostri sforzi come categoria: il campo d'azione è molto vasto e servono conoscenze diffuse in più ambiti. Per questo motivo l’Ordine degli Ingegneri di Verona ha realizzato un corso altamente qualificato per la formazione degli EGE - Esperto Gestione Energia.

 

 L'efficienza energetica entra in gioco pressoché in ogni ambito, civile e industriale. Secondo lei, quale comparto ha tratto un beneficio particolare dall'efficienza e perché? E quale potrebbe trarne ulteriori e maggiori benefici?

Fino ad oggi l'ambito civile ha goduto di maggiori attenzioni, in quanto caratterizzato da piccoli e diffusi consumi. Il legislatore si è concentrato su questo filone, obbligando ad aumentare le performance energetiche degli edifici nuovi e di quelle ristrutturati, e concedendo incentivi e sgravi fiscali. Tuttavia ora si aprirà la stagione del comparto industriale, per più motivi: uno dovuto al calo del mercato immobiliare, l’altro legato a un decreto legislativo, che ha introdotto l'obbligo della diagnosi energetica da parte delle grandi aziende. Benché l'audit energetico non significhi necessariamente efficienza, rende tuttavia le imprese maggiormente consapevoli delle loro inefficienze. Inoltre con la diagnosi energetica vengono proposti suggerimenti di miglioramento energetico che permettono alle aziende di essere più competitive.

 

Quali sono oggi i limiti e gli ostacoli sulla strada di un pieno sviluppo dell'efficienza energetica, a livello pubblico e privato?

L’attuale congiuntura economica sicuramente influisce, rallentando questo percorso. C’è poi una carenza di informazioni, non solo degli obblighi legislativi ma soprattutto del risparmio e delle opportunità derivanti dalla diagnosi energetica e dai successivi interventi migliorativi sui consumi.

 

Iniziative di formazione e di informazione quali le lectures e, in generale, una rassegna dedicata come Smart Energy Expo, quale contributo possono dare alla piena comprensione e all'espansione di un tema così cruciale?

C’è carenza di informazione non solo tra utenti finali ma anche tra gli stessi operatori del settore. È quindi necessario agire su entrambi i fronti: privati e aziende da una parte e operatori dall’altra, per i quali serve una formazione di alto livello che coinvolga diversi ambiti, dal momento che il tema dell’energia è molto ampio. L’esperienza gioca un ruolo importante, ma anche un'adeguata formazione aiuta a far crescere nel modo corretto il settore. A questo proposito come FOIV - Federazione Ordini Ingegneri Veneto per il tramite degli Ordini territoriali di competenza, stiamo proponendo ai nostri iscritti dei corsi legati al tema dell'energia e alla certificazione delle competenze di EGE - Esperto Gestione Energia da parte di enti certificati.