organized by veronafiere

Le rinnovabili superano i 100TWh e le agroenergie crescono

Da un report del Polimi emerge la produzione energetica record da rinnovabili e una crescita di biogas agricolo e biomasse agroforestali

 

È un mercato dell’energia da biomasse a due facce quello “fotografato” dall'ultima edizione del "Report Rinnovabili Elettriche non Fotovoltaiche" dell'Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano, da poco presentato. In un Paese dove nel 2013 si è raggiunta e superata la barriera dei 100 TWh prodotti da fonti rinnovabili e dove la produzione elettrica da rinnovabili copre ormai quasi un terzo del fabbisogno energetico italiano, sfiorando nel primo trimestre del 2014 il 40% di contributo alla produzione (nel 2013 era stato 32,4%) il mercato italiano delle bioenergie ha mostrato due andamenti profondamente diversi. Come rileva il report, si assiste da una parte a una crescita positiva per biogas agricolo e biomasse agroforestali e dall’altra a uno stallo sostanziale per inceneritori ed impianti a oli vegetali. Le biomasse agroforestali, in particolare, hanno fatto registrare numerose nuove installazioni - soprattutto grazie agli impianti di piccole dimensioni (sotto ai 2 MW) - e alcuni interventi di rifacimento su impianti di grandi dimensioni.

In generale, il parco impianti da rinnovabili è oggi composto principalmente da solare e idroelettrico con un importante contributo dell’eolico. La potenza idroelettrica è ormai da tempo integrata nel parco impianti italiano e nella rete, “ma per le altre fonti rinnovabili (in particolare per il solare e l’eolico) c’è ancora molto da fare perché la loro non programmabilità e la concentrazione della produzione in determinate ore del giorno richiede sicuramente uno sforzo maggiore nella gestione e pianificazione della produzione” si sottolinea nel report. Che si è anche soffermato sulla spesa per incentivi destinati alle rinnovabili evidenziando come l’entità della spesa sia variata, passando dai 6,3 miliardi di euro del 2011 agli oltre 11 miliardi previsti per il 2013. A regime, dal 2014, la spesa complessiva per le sole rinnovabili dovrebbe assestarsi su un totale di 12,5 miliardi di euro l’anno.