organized by veronafiere

La serra bioclimatica, una soluzione efficace per efficientare il condominio

In un mercato immobiliare dove la classe energetica G è predominante, la serra bioclimatica può costituire una delle soluzioni applicabili, grazie anche al contributo delle detrazioni fiscali.

Una serra bioclimatica che, sfruttando il principio dell’effetto serra, minimizza le dispersioni termiche delle pareti esterne dei condomini e può godere degli incentivi fiscali nella misura del 50% e del 65% per gli elementi oscuranti: questa è una delle soluzioni proposte questo pomeriggio durante il convegno “Efficienza energetica e condomini: istruzioni per l’uso”, organizzato da Smart Energy Expo e A.IM.A.-Amministratori Immobiliari Associati, alla Corte d’Appello Penale di Roma.

Il convegno, settima tappa dello Smart Energy Tour, percorso di formazione e networking creato da Smart Energy Expo, ha approfondito il tema degli interventi per migliorare l'efficienza energetica nei condomìni.

400mila condomini su 1 milione stimati in Italia dove vivono 14 milioni di famiglie, emettono 4 milioni di Tonnellate Equivalenti di Petrolio (TEP) e circa 15 milioni di tonnellate di anidride carbonica.

«Se ipotizzassimo di voler intraprendere lavori di ristrutturazione o riqualificazione energetica nel condominio dove attualmente viviamo, in massima sintesi potremmo dire di avere la possibilità di accesso a quattro diverse misure di incentivazione (e non solo di detrazione): detrazioni fiscali del 50% per ristrutturazioni edilizie, ecobonus del 65% per le riqualificazioni energetiche, conto termico e titoli di efficienza energetica, ma non sempre questi meccanismi sono ben noti al grande pubblico» ha precisato Mario Nocera, dell’Unità Tecnica Efficienza Energetica dell'ENEA.

Dal recente Rapporto annuale ENEA sull’efficienza energetica si rileva che oltre 2 milioni di contribuenti hanno investito più di 22 miliardi nella riqualificazione energetica della propria abitazione, anche se la maggioranza degli incentivi richiesti incidono su elementi quali caldaie e infissi, ma pochi su interventi di efficientamento delle superfici opache (coibentazione pareti esterne). Ciò è dovuto principalmente al fatto che le ristrutturazioni, godendo già del 50% delle detrazioni fiscali, fanno sì che ulteriori investimenti per l’efficientamento energetico risultino poco invitanti anche se maggiormente incentivati fiscalmente.

Dai dati 2014, emerge un mercato immobiliare dominato da immobili di classe energetica G, che, a seconda della tipologia di immobile, varia tra il 63% per i trilocali ed il 72% dei monolocali.

«Balconi, terrazzi e giardini con apposite strutture si trasformano in veri e propri accumulatori di calore d’inverno e spazi godibili d’estate. Le serre bioclimatiche dovranno essere costruite secondo determinati principi di esposizione e con tecniche e serramenti indicati, per evitare che l’effetto ottenuto sia opposto a quello desiderato» ha dichiarato Carla Melani, avvocato del Foro di Roma e attiva in A.IM.A.

Con riferimento al settore residenziale, il Conto Termico e le Detrazioni Fiscali rappresentano i principali strumenti per l’efficienza energetica.

«Il D.Lgs 102/2014 ha introdotto la possibilità, per le Pubbliche Amministrazioni, di richiedere un anticipo dell’intero incentivo spettante all’avvio dei lavori di riqualificazione energetica. Ciò può consentire il superamento delle criticità relative al reperimento delle risorse necessarie a finanziare progetti di efficienza» ha spiegato Emanuela Peruzzi del Gestore dei Servizi Energetici.

 

L'evento ha voluto porre l'attenzione sui meccanismi specifici per la promozione dell'efficienza energetica nei condomini e sulle costruzioni in genere: a tal proposito, Marco Pezzaglia di EfficiencyKnow, partner di Veronafiere per Smart Energy Expo, sottolinea come «secondo l'Agenzia Internazionale dell'Energia l'efficientamento ottenibile nel settore delle costruzioni è in gran parte ancora da ottenere: la quota inesplorata di efficienza sarebbe quasi l'80% del potenziale, ma intervenire sulle costruzioni significa progettare interventi molto capillari dove i costi amministrativi e di gestione potrebbero rappresentare una barriera enorme allo sviluppo dell'efficienza. Diventano quindi centrali i meccanismi specificatamente studiati e applicabili per questo settore e la divulgazione a cui l'evento di oggi ha voluto dare un contributo fattivo».

Durante Smart Energy Expo, la terza edizione della manifestazione dedicata a soluzioni, prodotti e tecnologie per l’efficienza energetica in programma a Veronafiere dal 14 al 16 ottobre prossimi, si terrà un focus di approfondimento sul tema delle costruzioni e dei condomini, che costituisce uno degli appuntamenti del ricco programma scientifico ed è una novità dell’edizione 2015.