organized by veronafiere

La Generazione di Energia

Il primo ambito di intervento per implementare l’efficienza energetica è quello della produzione di energia, che viene tipicamente utilizzata nella nostra società sotto forma di elettricità e calore.

 

PRODURRE MEGLIO CON RINNOVABILI E COGENERAZIONE

 

Affinché la generazione di energia sia sostenibile occorre fare ricorso a fonti rinnovabili, caratterizzate da una rapida rigenerazione dopo il consumo e dall’essere di fatto inesauribili. Si tratta di fonti che rendono il consumo energetico di oggi sostenibile, ovvero in grado di sostenere lo sviluppo della società contemporanea senza compromettere le possibilità delle generazioni che verranno.

 

Le principali risorse inesauribili disponibili in natura ed utilizzabili ai fini della produzione di energia, con un limitato impatto ambientale, sono:

  • Energia solare (dalla radiazione elettromagnetica del Sole), idonea a produrre elettricità e calore, grazie alle tecnologie fotovoltaiche e termiche;
  • Energia eolica (del vento e delle masse d’aria in movimento), idonea a sviluppare potenza meccanica che viene in genere convertita in elettricità;
  • Energia idraulica (energia potenziale, cinetica e di pressione dell’acqua), in genere utilizzata per produrre energia elettrica (e si parla in questi casi di generazione idroelettrica);
  • Energia geotermica (energia termica della superficie e delle profondità terrestri), utilizzabile sia per la produzione di elettricità che per la produzione di calore;
  • Energia termica dalle biomasse, prodotta a partire dalla combustione diretta di prodotti e residui di origine agricola e forestale o dalla combustione del biogas/biometano proveniente dalla gassificazione delle biomasse.

 generazione_di_energia_eolica.jpg

 

Accanto alle energie rinnovabili, un’altra importante possibilità è quella di produrre energia in diverse forme attraverso la cogenerazione, la trigenerazione e la poligenerazione.
Per cogenerazione si intende la contemporanea produzione di energia elettrica e calore, mentre nel caso della trigenerazione si ha la parallela produzione anche di “freddo”; la poligenerazione invece avviene in centrali complesse nelle quali operano macchine in grado di produrre più forme utili di energia.

 

In ambito tecnico (e normativo, con il recepimento della Direttiva 2004/8/CE) è stata identificata la condizione di CAR, “Cogenerazione ad Alto Rendimento”, che in Italia viene qualificata come tale tramite una procedura gestita dal GSE (Gestore dei Servizi Energetici), e che determina l’accesso al meccanismo incentivante dei Certificati Bianchi (o TEE, Titoli di Efficienza Energetica). I parametri da considerare per verificare se un’unità di cogenerazione può qualificarsi come CAR sono il rendimento globale dell’impianto, il rapporto energia/calore ed il risparmio di energia primaria (in ingresso) dovuto alla produzione combinata (frutto appunto del processo di cogenerazione) rispetto ad una ipotetica produzione separata delle medesime energie utili.

 

Smart Energy Expo darà ampio spazio alle tecnologie che permettono di generare energia da fonte rinnovabile ma anche alle macchine ed agli impianti che, ricevendo in ingresso combustibili fossili tradizionali (gas, carbone, olio combustibile etc.) riescono ad estrarre da questi energia utile con efficienze elevate, ben al di sopra dei normali rendimenti di conversione dell’energia, con notevole risparmio di combustibile consumato a monte.