organized by veronafiere

La bioedilizia che vince è fatta per la riqualificazione

RhOME for denCity vince il Solar Decathlon, l'olimpiade mondiale della bioedilizia

rhome_vittoria_448.jpg

 

Sono arrivati primi assoluti. Parliamo della squadra italiana che ha sbaragliato altri venti concorrenti nelle olimpiadi dell'edilizia sostenibile il Solar Decathlon, la competizione creata nel 2002 dal Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti che quest'anno si è svolta a in Francia, a Versailles. RhOME for denCity, l'edificio ad alta efficienza e sostenibilità progettata e realizzata dal Dipartimento di Architettura di Roma Tre, dopo una lotta serrata, ha tagliato per prima il traguardo sabato 12 luglio battendo in dieci prove le squadre avversarie tra le quali c'erano Germania e Olanda. «Si tratta di una vittoria dell'Italia che sa produrre innovazione, creatività, impegno in un settore di punta. - dice Chiara Tonelli, team leader di RhOME - Ed è anche il risultato di questi mesi di lavoro intenso, la summa della passione e perseveranza di tutta la squadra. Non abbiamo puntato a vincere le singole prove, ma soprattutto ad assicurare il reale funzionamento dell'abitazione, per farla diventare non un sogno, ma una possibilità concreta: RhOME non nasce per rimanere su un foglio di carta, ma per costituire una vera alternativa in grado di far fronte alle sfide ambientali ed energetiche. È una casa che risponde alla necessità di aumentare la densità urbana eliminando sprechi energetici, bruttezza, abusivismo, degrado e aumentando la coesione sociale e la capacità di risposte collettive alla crisi». E RhOME for denCity non è un esercizio di stile destinato a rimanere sulla carta perché, proprio per evitare ciò, quest'anno, il regolamento del Solar Decathlon ha imposto ai partecipanti di realizzare progetti che fossero attinenti alla zona di provenienza del team, tenendo in conto, così, sia le specificità climatiche, sia quelle socioculturali. E la squadra italiana ha raccolto la sfida. Il progetto, infatti, è stato concepito per la riqualificazione delle aree abusive del quartiere di Tor Fiscale di Roma, utilizzando quanto di meglio esiste in fatto di bioedilizia ed efficienza energetica.