organized by veronafiere

L’efficienza energetica sale in cattedra

A novembre partirà la prima edizione del corso di perfezionamento di Smart Energy Management per gestire i processi di efficienza energetica in azienda

 Business_Graduate_3619788342_448.jpg

 

L’efficienza energetica assume sempre più importanza nella gestione aziendale. Lo richiede la direttiva europea 2012/27/UE da poco recepita dall’Italia e ne hanno sempre più necessità le imprese, che necessitano di una gestione ottimizzata dei consumi energetici e produttivi.

Da qui discende che il processo di management aziendale dell’efficienza energetica richieda, per la sua complessità e potenzialità, una figura professionale destinata ad assumere un ruolo sempre più strategico. Riveste quindi particolare importanza l’iniziativa accademica dell’Università degli Studi di Verona che, nell’anno accademico 2014-2015, avvierà la prima edizione del corso di perfezionamento in “Smart Energy Management: gestire i processi di efficienza energetica in azienda”. Il corso è coordinato dal Prof. Federico Testa, docente universitario e autentico esperto in materia, nonché presidente del Comitato scientifico di Smart Energy Expo e del Verona Efficiency Summit.

Il corso, avviato presso il dipartimento di Economia aziendale e a cui possono partecipare laureati di ingegneria, o in materie che riguardino aspetti economico-statistici o politico sociali, si propone di formare la figura professionale dello smart energy manager. Tale figura deve essere in grado di saper valutare e, in caso cogliere, le opportunità di efficienza energetica da attuare nella propria impresa o nel proprio ente. In tale ambito, lo smart energy manager dovrà conoscere la parte regolatoria insieme a quella tecnica per valutare l’attuazione di possibili interventi di efficienza energetica. Dovrà quindi avere ben chiare le diverse possibilità tecniche offerte per l'efficientamento energetico e saper selezionare quelle più idonee da quelle non attuabili tecnicamente. Contemporaneamente è necessario che confronti le varie opzioni sulla scorta di un'analisi comparativa che deve necessariamente basarsi sugli strumenti dell'economia e gestione delle imprese. Insomma una figura completa, in grado di coniugare aspetti tecnici ed economici, e davvero preziosa per gli asset aziendali.