organized by veronafiere

“L’efficienza energetica può diventare la nuova bandiera del made in Italy”

A colloquio con Rosa Filippini, presidente dell’associazione Amici della Terra, su alcune delle tematiche che si discuteranno a Smart Energy Expo.

 

Rosa Filippini si occupa di ambiente ed energia da sempre. Politica e attivista, è stata, tra le tante cose, anche una dei fondatori dell’associazione Amici della Terra, che promuove politiche e comportamenti orientati allo sviluppo sostenibile e parteciperà a Smart Energy Expo in programma a Veronafiere dal 9 all’11 ottobre. Con lei abbiamo chiacchierato dell’esigenza di momenti di incontro sui temi dell’efficienza e su quanto ancora può fare il nostro Paese per promuovere l’uso razionale dell’energia.

 

Perché Amici della Terra partecipa a Smart Energy Expo?

“L’efficienza energetica è il nostro impegno principale da sempre. In particolare, da 5 anni conduciamo la campagna Efficienza Italia, nell’ambito della quale, in autunno, organizziamo una conferenza nazionale che fa il punto sulle politiche di promozione dell’efficienza energetica e discute le potenzialità delle innovazioni tecnologiche nell’industria, nel settore residenziale e nei servizi (quest’anno la Conferenza sarà alla sua quinta edizione e si terrà a Roma il 27 e 28 novembre, ndr). Sulla base di queste esperienze è stato facile conoscersi ed è naturale collaborare, scambiare presenze e promozioni, partecipare”.

 

Che cosa vi aspettate da questo evento?

“Di avere un contatto diretto e allargato col pubblico per illustrare le nostre attività e raccogliere consensi. In particolare, ci proponiamo di registrare nuovi lettori della nostra newsletter, l’Astrolabio”.

 

Nel corso della manifestazione organizzerete due workshop, uno sui piani di cottura a induzione, l’altro sulle pompe di calore. Quali sono i vantaggi di queste tecnologie?

“Come la mobilità elettrica, utilizzano l’elettricità in modo molto efficiente, con un saldo attivo in termini di consumo di energia primaria e con minori impatti ambientali totali e locali. Caratteristiche che condividono con la mobilità elettrica”.

 

Oltre alle tecnologie che cosa dovrebbe fare l’Italia per diffondere la cultura dell’efficienza energetica?

“Gli Amici della Terra sostengono che il nostro Paese, sull’efficienza energetica, ha sedimentato un patrimonio di conoscenze e di esperienze di assoluto rilievo negli ultimi 50 anni. Questo patrimonio deve essere riconosciuto, sostenuto, divulgato come è accaduto per la moda, per il design, per il cibo. L’efficienza energetica può diventare la nuova bandiera del made in Italy”.

 

Quanto è importante l’efficienza energetica per promuovere lo sviluppo sostenibile?

“L’efficienza energetica è la pietra miliare dello sviluppo. Senza efficienza il consumo di risorse naturali sarebbe insostenibile per l’umanità”.

 

Con il Conto termico e la detrazione del 65% gli ultimi governi hanno provato a incentivare in maniera più decisa l’efficienza. Siete soddisfatti di queste misure o serve altro?

“Servono misure strutturali o, almeno, orizzonti temporali più lunghi. Tanto per fare un esempio: chiunque abbia partecipato a una riunione di condominio sa bene che per decidere e appaltare lavori di ristrutturazione delle parti comuni di un palazzo, due anni sono appena sufficienti. Se è vero che il settore residenziale è quello che offre maggiori margini di intervento, occorre che le misure abbiano validità almeno fino al 2020, ma decidendolo subito e non anno per anno. Ciò consentirebbe anche di migliorare la sicurezza degli edifici rispetto al rischio sismico”.