organized by veronafiere

Enea e Veneto, accordo sull’efficienza energetica

Intesa Regione-Enea per analizzare l'impatto nel Veneto delle detrazioni fiscali sugli interventi di risparmio energetico e promuovere azioni per l'efficienza

 

 accordo_enea_veneto_1_448.jpg

Valutare l’incidenza delle detrazioni fiscali sugli interventi di risparmio energetico e promuovere azioni per l’efficienza energetica nel contesto regionale. Su questi presupposti si basa l’accordo tra Regione Veneto ed Enea siglato in questi giorni.

Il protocollo d’intesa firmato con l’Agenzia nazionale per l’efficienza energetica è di particolare rilevanza in quanto, «il Consiglio regionale del Veneto è il primo in Italia ad avviare una collaborazione con Enea mirata alla conoscenza dell'efficacia delle politiche sul risparmio energetico e delle dinamiche evolutive della società veneta, con l'obiettivo di coglierne le esigenze emergenti e conseguentemente definire delle politiche regionali efficaci», ha evidenziato il vicepresidente del Consiglio, Franco Bonfante, segnalando con comprensibile orgoglio che «abbiamo la presunzione di aver aperto una strada importante, perché Enea può aiutare noi come Regione, ma anche tutti gli Enti Locali veneti, nelle iniziative finalizzate al risparmio energetico». Bonfante ha anche affermato che la Regione punta ad avere con l’Enea «una forma di collaborazione sempre più stretta perché è nell’interesse di tutti i cittadini». Nell’occasione, il vicepresidente ha sottolineato ulteriormente il valore dell’accordo basato sul risparmio energetico in quanto si tratta di un tema importante ma complesso, costituito da «pratiche complicate, sia sul piano tecnico, sia burocratico, dove c'è una forte competizione, ma ci sono anche forti interessi e dove è facile essere ingannati».

Il commissario Enea, Federico Testa, ha segnalato da parte sua l’importanza dell’argomento trattato in quanto «L'efficienza energetica serve non solo a far risparmiare le famiglie e le imprese, ma può produrre anche significative ricadute sul tessuto produttivo, perché la filiera industriale specifica può essere tutta e solo di imprese italiane, che hanno tutte le competenze e le professionalità necessarie». In particolare, il commissario nonché presidente del Comitato Scientifico dello Smart Energy Expo ha spiegato che lo studio condotto sul Veneto per quanto riguarda l'impatto delle detrazioni fiscali sugli interventi di risparmio energetico è rilevante perché aiuta a capire le dinamiche regionali in questo settore e consente di intervenire con iniziative mirate per incentivare ancor di più lo strumento degli incentivi.