organized by veronafiere

Efficienza energetica driver di competitività per le imprese

Le soluzioni E.ON per PPG INDUSTRIES ITALIA e BERTO INDUSTRIA TESSILE

 

Il Decreto di recepimento della Direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica, approvato lo scorso 30 giugno, introduce una serie di misure per una migliore gestione delle fonti di energia nelle aziende quale driver per una maggiore competitività dell’industria nazionale[1]. Oggi infatti per molte imprese l’ottimizzazione dei consumi energetici rappresenta un fattore molto rilevante, in grado di contribuire a ridurre significativamente i costi e a migliorare i processi produttivi.

 

E.ON è da tempo impegnata nella messa a punto di strumenti e soluzioni in grado di migliorare la gestione energetica delle aziende, riducendo i consumi e l’impatto sull’ambiente.

 

L’offerta di E.ON in questo ambito è molto ampia: dall’audit energetico – un’analisi utile a mappare le diverse forme d’impiego dell’energia e a individuare le opportunità di riduzione dei consumi delle imprese – alla diagnosi energetica degli edifici, volta alla sostituzione delle tecnologie esistenti con le migliori presenti sul mercato; dai progetti di illuminazione efficienti, all’efficient building, ai sistemi per la generazione distribuita, caldaie a condensazione, pompe di calore, ecc.

 

Con l’obiettivo di rafforzare l’eccellenza nell’ambito dei servizi per l’efficienza energetica E.ON recentemente ha ottenuto la certificazione come ESCo (Energy Service Company) ai sensi della norma UNI CEI 11352.

Secondo quanto stabilisce il decreto sull’efficienza energetica recentemente approvato, le grandi aziende e le imprese ad alta intensità energetica saranno tenute a eseguire diagnosi energetiche periodiche, per individuare gli interventi più efficaci per ridurre i consumi di energia[2]. A questo riguardo tra i servizi che E.ON offre come ESCo, l’Audit energetico rappresenta l’analisi preliminare utile a mappare le diverse forme d’impiego dell’energia, a verificare le prestazione dei sistemi utilizzati, a individuare gli sprechi e gli usi impropri e quindi a identificare le migliori soluzioni pratiche gestionali e operative utili a migliorare il rendimento degli impianti e a ridurre in consumi. Gli interventi proposti vengono sottoposti ad una valutazione “costo/benefici”; dopo aver implementato gli interventi scelti, E.ON offre anche il servizio di recupero dei certificati bianchi (noti anche come Titoli di Efficienza Energetica, TEE) che consente ai clienti industriali di monetizzarne il valore con la loro vendita.

 

Nell’ambito della partnership con PPG Industries Italia, E.ON ha perfezionato gli audit presso gli stabilimenti di Quattordio (AL), Felizzano (AL) e Caivano (NA), individuando diversi interventi di miglioramento dell’efficienza energetica che potranno ridurre annualmente i consumi energetici di oltre 520 Tep, con un possibile risparmio annuo complessivo fino a €1,4 milioni. Per gli stessi impianti E.ON sta perfezionando il recupero di circa 3.700 TEE annui a seguito di interventi realizzati in precedenza. I progetti consistono in un nuovo circuito dell’acqua industriale e nell’ottimizzazione della centrale termica presso lo stabilimento di Caivano, nello stabilimento di Quattordio i progetti riguardano l’ottimizzazione della produzione di vapore di processo e della distribuzione del riscaldamento nei reparti.

 

All’interno dei servizi proposti, E.ON offre soluzioni per rendere più efficienti i sistemi di illuminazione attraverso l’utilizzo di corpi illuminanti ad alto rendimento e l’installazione di sistemi di regolazione della luminosità e degli orari di funzionamento. In questo ambito la tecnologia LED sta rapidamente evolvendo verso livelli di efficienza sempre più elevati, divenendo lo standard di riferimento per le principali applicazioni illuminotecniche, grazie agli innumerevoli vantaggi che è in grado di offrire, tra cui una vita utile di oltre 30.000 ore con ridotti costi di manutenzione, un risparmio fino al 70% rispetto ai sistemi tradizionali, migliori parametri di qualità della luce ed elevato comfort ambientale.

 

La certificazione a operare come ESCo è arrivata proprio in seguito al successo del progetto di illuminazione efficiente realizzato da E.ON nello stabilimento di Berto Industria Tessile a Boloventa (PD), che ha permesso di ottenere un risparmio energetico sui consumi pari al 78%, con una sensibile riduzione delle emissioni di CO2 (7,5 ton/annue). Per l’azienda padovana, leader nell’industria tessile, E.ON ha provveduto alla sostituzione dei corpi illuminanti con apparecchi più efficienti e all’installazione di un sistema di controllo dotato di sensori di presenza e in grado di regolare l’intensità luminosa sulla base dell’illuminazione naturale. Oltre all’intervento sull’impianto di illuminazione la multinazionale energetica ha perfezionato la procedura finalizzata all’ottenimento dei TEE, consentendo a Berto di ottenere nei prossimi anni circa 7.000 Certificati Bianchi.



[1] Cfr. Comunicato Stampa del Consiglio dei Ministri, 30 giugno 2014 (http://www.governo.it/Governo/ConsiglioMinistri/dettaglio.asp?d=76075).

[2] Cfr. Comunicato Stampa Ministero dello Sviluppo Economico, EFFICIENZA ENERGETICA: DA GOVERNO 800 MLN PER RIDUZIONE CONSUMI, 30 giugno 2014 (http://bit.ly/1nZFtW6)