organized by veronafiere

Efficienza energetica, al via la cabina di regia

Servirà al coordinamento ottimale delle misure e degli interventi di efficienza energetica previsti in ambito di attuazione della direttiva 2012/27/UE

green-building_1_448.jpg

Un nuovo passo sulla strada della efficienza energetica è il via alla cabina di regia per l’efficienza energetica. L’organo è stato istituito dal Ministero dello sviluppo economico e dal Ministero dell'ambiente per coordinare in mondo ottimale misure e interventi specifici.

La cabina di regia si potrà avvalere della collaborazione dell’ENEA e del GSE, spiega lo stesso Ministero dello sviluppo economico, che correda la notizia col decreto che stabilisce le modalità di funzionamento della cabina di regia, firmato lo scorso 9 gennaio (scaricabile in pdf). Tale decreto illustra le sue finalità, l’ambito di intervento, le funzioni, la composizione e le modalità di funzionamento. Per quanto riguarda le finalità, esse prevedono, tra l’altro, di:

  • promuovere l’attuazione coordinata del piano di interventi di medio-lungo termine per il miglioramento della prestazione energetica degli immobili;
  • contribuire alla definizione del programma per la riqualificazione energetica degli edifici della pubblica amministrazione centrale;
  • assicurare il coordinamento delle misure per l’efficienza energetica attivate attraverso il Fondo Nazionale per l’Efficienza Energetica;
  • favorire sinergie con le Regioni per favorire lo sviluppo omogeneo dell’efficienza energetica degli edifici su tutto il territorio nazionale;
  • sostenere occasioni di dialogo con gli operatori del settore e con le istituzioni bancarie e finanziarie al fine di stimolare il mercato dei servizi energetici.

Tra i primi obiettivi, segnala sempre il Ministero dello sviluppo economico, ci sarà proprio quello di coordinare la rapida attuazione del programma per la riqualificazione energetica degli edifici della P.A. centrale previsto dal dlgs 102/2014 e per il quale in Governo ha stanziato risorse per 350 milioni di euro per il periodo 2014-2020.

Attualmente, è in corso l’istruttoria dei primi 30 progetti presentati  dalle amministrazioni centrali in risposta alla call chiusa il 15 ottobre 2014.