organized by veronafiere

Efficienza energetica, 120 milioni alle imprese

Il Ministero per lo Sviluppo Economico propone agevolazioni per imprese produttive e agricole del Sud Italia che vogliano investire in risparmio energetico

Buone notizie per le imprese della Calabria, Campania, Puglia e Sicilia che hanno intenzione di investire in efficienza energetica: il Ministero dello Sviluppo economico ha deciso, tramite apposito decreto, di avviare un finanziamento di 120 milioni mirato a offrire agevolazioni alle imprese produttive e agricole che vogliono realizzare investimenti finalizzati alla riduzione dei consumi nel settore dell’efficienza energetica. Inoltre, con decreto direttoriale del 1 giugno scorso sono stati definiti il termine e le modalità di presentazione delle domande ai fini dell’accesso alle agevolazioni.

Dal prossimo 30 giugno, le aziende interessate potranno avanzare la propria candidatura attraverso un’apposita procedura informatica accessibile dalla sezione “Nuovo Bando Efficienza Energetica”, presente sul sito web del Ministero dello Sviluppo economico (www.mise.gov.it). Il finanziamento è a valere sulle risorse residue del Programma Operativo Interregionale "Energie rinnovabili e risparmio energetico" FESR 2007-2013.

Vale la pena segnalare la particolare attenzione alle micro, piccole o medie imprese, per le quali è destinata una quota pari al 60% delle risorse.

Nei programmi ammissibili si citano gli interventi finanziabili, che comprendono: isolamento termico degli edifici; razionalizzazione, efficientamento o sostituzione dei sistemi di riscaldamento, condizionamento, alimentazione elettrica, forza motrice ed illuminazione; installazione di impianti ed attrezzature funzionali al contenimento dei consumi energetici nei cicli di lavorazione o di erogazione dei servizi; installazione, per autoconsumo, di impianti per la produzione e la distribuzione dell’energia termica ed elettrica all’interno dell’unità produttiva oggetto del programma d’investimento.

Tali programmi devono puntare a un risparmio energetico di almeno il 10%.