organized by veronafiere

Efficienza e riqualificazione: 960 miliardi attesi entro il 2023

È la stima di Navigant Research sul valore di mercato globale. E a livello italiano già si notano i benefici per il settore edile grazie alle riqualificazioni

Diversi fattori, da quelli normativi a quelli tecnologici, portano a pensare che il mercato dell'efficienza energetica e della riqualificazione edile vivrà un vero boom nei prossimi anni. Lo evidenzia il report Navigant Research “Energy Efficiency Retrofits for Commercial and Public Buildings” secondo cui nel solo settore commerciale e pubblico si raggiungerà a livello mondiale un valore di mercato di circa 960 miliardi di dollari nel 2023.

Come evidenziano gli analisti di Navigant Research, il mercato globale, trainato dalla regione Asia-Pacifico, è destinato a crescere a un tasso superiore al 7% all'anno fino al 2023. E non è solo una questione legata a interventi assunti a livello governativo ma anche volontari, come iniziative diffuse di sostenibilità aziendale. E anche se i tempi di ammortamento per i progetti di riqualificazione e di efficienza energetica rimane un fattore critico per la maggior parte dei proprietari e gestori di edifici, essi stanno lentamente diminuendo, sempre secondo il rapporto,

Questo trend positivo è possibile notarlo bene in Italia: basti considerare che già il rapporto del Cresme relativo al 2013 delineava un peso specifico consistente degli interventi di manutenzione e recupero edile: 115,1 miliardi di euro, pari al 66,4% dell’intero fatturato dell’edilizia (173,5 miliardi di euro, comprensivi degli investimenti in impianti alimentati da fonti energetiche rinnovabili). Non solo: secondo la stima del Cresme, in base al recente aggiornamento del rapporto per il servizio studi della Camera dei deputati e su dati dell'Agenzia delle entrate, i lavori in casa incentivati dai bonus fiscali Irpef del 65% e del 50% valgono 2% del Pil con investimenti agevolati da parte delle famiglie per il 2014 per 33 miliardi di euro. Ciò a fronte di un dato già monstre nel 2013, pari a 27,5 miliardi (+40% sul 2012), derivanti dalle ristrutturazioni (23,5 miliardi ) e dagli interventi di riqualificazione energetica (4 miliardi).